Ganzirri, il Peloro e lo Stretto di Messina
Il sito della riviera Nord di Messina, da Paradiso a Rodia

Ganzirri, Torre Faro, Capo Peloro: splendide località turistiche situate nella cuspide nord-orientale della Sicilia, dove sembra lentamente riemergere dalle acque la lunga catena appenninica. E’ un luogo di grande fascino, sempre immerso in una straordinaria luce. Confusa fra terra e acque, con i singolari laghetti di Ganzirri, la sua estremità individua la linea di demarcazione fra Tirreno e Ionio, vicinissima alla costa calabra e caratterizzata dall’alto metallico traliccio, entrato a far parte del paesaggio. Due litorali ne definiscono i margini, il primo sulle rive dello Stretto dove si allunga l’abitato di Messina, l’altro, a nord, presenta le spiagge più densamente popolate d’estate. Sui colli, vecchi casali conservano talvolta inimmaginati tesori d’arte.

Questo sito web è in vendita.
Se vuoi acquistarlo telefona allo 090-8966103.
Località Nuova Panoramica
Articolo pubblicato online il 13 settembre 2007
Stampare logo imprimer

NUOVA PANORAMICA

Quartiere di appartenenenza fino al 2005: X "S. SALVATORE DEI GRECI",
attualmente annesso alla V Circoscrizione

Parrocchia: S. Gabriele dell’Addolorata;

Date delle prime registrazioni della parrocchia:

- nei registri dei battesimi: 9.8.1970
- nei registri dei matrimoni: 8.9.1973

Abitanti nel 1991 (Curia): 4.500

Chiese: S. Gabriele dell’Addolorata, parrocchiale.

NOTIZIE

Col nome di NUOVA PANORAMICA viene indicato un vasto complesso residenziale sorto a partire dagli anni sessanta, al di là della fiumara Annunziata, a monte dei villaggi Paradiso e Contemplazione, lungo la grande arteria denominata essa stessa "Nuova Panoramica" prolungamento della Circonvallazione.
Quando cominciarono a sorgere i primi condomini, la Provincia Siciliana dei Padri Passionisti programmò la costruzione di uno studentato per i suoi chierici su terreno in parte donato e in parte acquistato da podere dell’Aw. Mario Vitale. La Curia Arcivescovile, da parte sua, incoraggiò l’operazione sia offrendo l’aiuto finanziario per l’acquisto del terreno e sia affidando agli stessi Padri Passionisti la parrocchia che era reclamata dal rapido incremento edilizio e demografico della zona.
Fu così che la nuova parrocchia venne intitolata a S. Gabriele dell’Addolorata, Santo Passionista e Patrono della gioventù. Successivamente, però, l’improvviso calo delle vocazioni religiose persuase i Padri Passionisti a mutare consiglio e a rinunziare persino alla stessa parrocchia, la quale passò al clero diocesano, pur mantenendo la stessa denominazione del Santo Passionista.

Forum
Rispondere all’articolo

Nella stessa rubrica

0 | 5

I relitti dello stretto di Messina
il 17 agosto 2013
Località Faro Superiore
il 28 gennaio 2009
Località Curcuraci
il 7 novembre 2007
Località Torre Faro
il 8 ottobre 2007
Località Sant’Agata
il 2 ottobre 2007

evento a venire

Non di evento a venire


Sito realizzato con SPIP
con il modello ESCAL-V3
Versione: 3.79.33