Ganzirri, il Peloro e lo Stretto di Messina
Il sito della riviera Nord di Messina, da Paradiso a Rodia

Ganzirri, Torre Faro, Capo Peloro: splendide località turistiche situate nella cuspide nord-orientale della Sicilia, dove sembra lentamente riemergere dalle acque la lunga catena appenninica. E’ un luogo di grande fascino, sempre immerso in una straordinaria luce. Confusa fra terra e acque, con i singolari laghetti di Ganzirri, la sua estremità individua la linea di demarcazione fra Tirreno e Ionio, vicinissima alla costa calabra e caratterizzata dall’alto metallico traliccio, entrato a far parte del paesaggio. Due litorali ne definiscono i margini, il primo sulle rive dello Stretto dove si allunga l’abitato di Messina, l’altro, a nord, presenta le spiagge più densamente popolate d’estate. Sui colli, vecchi casali conservano talvolta inimmaginati tesori d’arte.

Festa della Madonna di Polsi
Articolo pubblicato online il 5 agosto 2007
Stampare logo imprimer

Il due settembre molti nuclei famigliari si recano in pellegrinaggio in Calabria al santuario della Madonna della Montagna di Polsi, sull’Aspromonte. Per antica tradizione partecipano pure un suonatore di "ciaramella", uno di "acciarino" ed un "tamburiddaru".

La tradizione popolare vuole che mastri d’ascia ganzirroti, nei secoli passati, si recassero sull’Aspromonte per approvvigionarsi dell’ottimo legno di pino calabrese per la costruzione delle barche da pesca e specialmente per procurarsi i lunghi abeti necessari per la realizzazione delle antenne delle feluche. Ciò ha reso possibile la conoscenza della miracolosa Madonna di Polsi e il sorgere della devozione ganzirrota che continua fino ai giorni nostri.

Forum
Rispondere all’articolo

evento a venire

Non di evento a venire


Sito realizzato con SPIP
con il modello ESCAL-V3
Versione: 3.79.33