Ganzirri, il Peloro e lo Stretto di Messina
Il sito della riviera Nord di Messina, da Paradiso a Rodia

Ganzirri, Torre Faro, Capo Peloro: splendide località turistiche situate nella cuspide nord-orientale della Sicilia, dove sembra lentamente riemergere dalle acque la lunga catena appenninica. E’ un luogo di grande fascino, sempre immerso in una straordinaria luce. Confusa fra terra e acque, con i singolari laghetti di Ganzirri, la sua estremità individua la linea di demarcazione fra Tirreno e Ionio, vicinissima alla costa calabra e caratterizzata dall’alto metallico traliccio, entrato a far parte del paesaggio. Due litorali ne definiscono i margini, il primo sulle rive dello Stretto dove si allunga l’abitato di Messina, l’altro, a nord, presenta le spiagge più densamente popolate d’estate. Sui colli, vecchi casali conservano talvolta inimmaginati tesori d’arte.

La molluschicoltura
Articolo pubblicato online il 5 agosto 2007
Stampare logo imprimer

Fino a pochi decenni fa era ancora notevole nella zona, la produzione vinicola e quell’agrumicola.

Oggi, la quasi della totalità della vita economica ruota direttamente o indirettamente intorno al mare e al lago.

Infatti, molti Ganzirresi sono imbarcati su navi mercantili, traghetti privati o pubblici; impegnati nel mondo della pesca e/o della molluschicoltura.

D’origini antichissime, la molluschicoltura, è fonte di ricchezza
per il paese. Caratteristici sono i rivenditori di cozze e vongole protetti in genere da un ombrellone colorato.

Downloads Files da inviare:
  • moll1.jpg
  • 46.1 Kb / JPEG
  • moll2.jpg
  • 33.5 Kb / JPEG
  • moll3.jpg
  • 34.8 Kb / JPEG
  • moll4.jpg
  • 52.5 Kb / JPEG
Forum
Rispondere all’articolo

Nella stessa rubrica

La raccolta dei mitili
il 12 giugno 2007

evento a venire

Non di evento a venire


Sito realizzato con SPIP
con il modello ESCAL-V3
Versione: 3.79.33