Ganzirri, il Peloro e lo Stretto di Messina
Il sito della riviera Nord di Messina, da Paradiso a Rodia

Ganzirri, Torre Faro, Capo Peloro: splendide località turistiche situate nella cuspide nord-orientale della Sicilia, dove sembra lentamente riemergere dalle acque la lunga catena appenninica. E’ un luogo di grande fascino, sempre immerso in una straordinaria luce. Confusa fra terra e acque, con i singolari laghetti di Ganzirri, la sua estremità individua la linea di demarcazione fra Tirreno e Ionio, vicinissima alla costa calabra e caratterizzata dall’alto metallico traliccio, entrato a far parte del paesaggio. Due litorali ne definiscono i margini, il primo sulle rive dello Stretto dove si allunga l’abitato di Messina, l’altro, a nord, presenta le spiagge più densamente popolate d’estate. Sui colli, vecchi casali conservano talvolta inimmaginati tesori d’arte.

Torre del Faro o "degli Inglesi"
Articolo pubblicato online il 4 agosto 2007
Stampare logo imprimer

A Capo Peloro sorge, imponente, la medievale «Torre del Faro», rinserrata in una cinta muraria bastionata databile tra il XVI ed il XVII secolo. Di origine antichissima, «trovandosene memoria nella Geografia di Strabone - secolo I A.C. - quantunque rifatta secondo la moderna architettura», scrive Giovanni Andrea Massa nel 1709: sembra che anteriormente al 1165 un pontefice celebrò la messa in un tempio. detto di «Santa Maria» e quindi «San Domenico», proprio vicino alla torre.

Francesco Maurolico, nel 1546, dà testimonianza della funzionalità della torre come lanterna e, dalle «Norme del governo generale di sanità» del 1749, si apprende che in quell’anno vi «risiedon 24 (piloti) nella torre del Faro incontro de ’ Bastimenti fino a tre miglia dì là della torre, per condurli in porto o per il canale».

Downloads File da inviare:
  • La torre
  • 41.9 Kb / JPEG
Forum
Rispondere all’articolo

evento a venire

Non di evento a venire


Sito realizzato con SPIP
con il modello ESCAL-V3
Versione: 3.79.33